logo-rete.jpg

 

Estorsione: al via il processo contro Ajello e Fidanzati

CODICI ammessa parte civile nonostante l’opposizione di Addio pizzo. Giacomelli: “Costernati dalla richiesta”

 

Palermo, 29 aprile 2015 – Questa mattina il Giudice dell’udienza preliminare di Palermo, il dottor Iannello, ha accolto la richiesta di CODICI ad essere ammessa come parte civile nel processo contro gli imputati Epifanio Ajello e Stefano Fidanzati.

I due uomini sono accusati del reato di estorsione aggravata e concorrenza sleale.

Il giudice ha fissato la prossima udienza, nella quale verranno ascoltati i testimoni, per il prossimo 17 giugno.

 

“Siamo indubbiamente soddisfatti della decisione del Gup di Palermo pronunciata oggi – affermano Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale CODICI e Giovanni Crimi, il legale che rappresenta CODICI nel procedimento -. Tuttavia siamo, allo stesso tempo, costernati e stupiti della richiesta avanzata dall’organizzazione Addio Pizzo di escludere CODICI dalle parti civili. Nella lotta contro l’usura la nostra Associazione ha come obiettivo solo la tutela dei cittadini e non abbiamo nessuna intenzione di opporci alle altre realtà. Evidentemente – continuano – non tutte le organizzazioni lavorano con lo stesso spirito”.

Occorre essere registrati per poter commentare