logo-rete.jpg

 

Arresti, CODICI si costituirà parte civile

 

La corruzione dilaga negli uffici del Campidoglio. E' necessario che la magistratura vada a fondo ed estirpi un male

 

 

Roma, 3 febbraio 2015 – I particolari che emergono dalle indagini della Procura di Roma in merito all'operazione Vitruvio delineano sempre più un quadro allarmante.

“In particolare la scoperta del tariffario imposto dai pubblici ufficiali fa rabbrividire – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale Codici – perché evidenzia come il modus operandi dei corrotti si fosse incardinato”.

 

“L'Associazione CODICI si costituirà parte civile nel procedimento perché ci auguriamo che la magistratura non si fermi. Anzi, vada avanti nelle indagini fino a stanare tutti i casi. I cittadini romani non meritano di una tale amministrazione pubblica e per questo CODICI si costituirà parte civile per difendere i loro interessi”. 

Occorre essere registrati per poter commentare