logo-rete.jpg

 

Disagi Poste Italiane, Codici Nazionale: disattese le richieste di garanzia per i consumatori.

Codici abbandona il tavolo e non firma l’accordo per la procedura di conciliazione. Invitiamo i cittadini a rivolgersi all’associazione per chiedere il rimborso dei danni subiti.

 

 

Si  è tenuto nei giorni scorsi l’incontro tra le associazioni dei consumatori  e Poste Italiane. L’azienda ha portato sul tavolo  le proposte di  risarcimento rivolte ai cittadini vittime dei disservizi, così come si era deciso una settimana fa. “Proposte che hanno disatteso le nostre aspettative - commenta il Segretario Nazionale del Codici, Ivano Giacomelli –. L’associazione aveva chiesto infatti più garanzie per le fasce deboli e l’accordo raggiunto, a nostro avviso, non tutela fino in fondo gli utenti. Codici, pertanto, non ha firmato l’accordo per l’avvio della procedura di conciliazione e invita i cittadini che vogliono essere risarciti dei disagi subiti a rivolgersi all’associazione”. Riferiscono dall’associazione che Codici non ha firmato il protocollo in quanto non sono stati previsti indennizzi o rimborsi per gli utenti danneggiati, che, non posso dare prova di un danno ma che magari hanno atteso ore per fare un bollettino.
Il Centro per i diritti del Cittadino, della provincia di Benevento, attraverso il segretario provinciale Giovanna Lobina sposa in pieno le indicazione della Segreteria Nazionale, invitando tutti i cittadini residenti in provincia a rivolgersi agli uffici dell’associazione, per, chiedere il rimborso dei danni subiti a prescindere da eventuali pezze di appoggio, che, giustifichino il risarcimento. Il Codici avvierà tutte le opzioni percorribili per tutelare gli utenti dalle conseguenze del grave disservizio.
I cittadini interessati potranno avere ogni informazione dagli uffici di Codici della provincia di Benevento contattando il Numero Verde Gratuito 800 97 43 83.

Leggi tutto...

Taranto, Poste: invitiamo i cittadini a inviare le richieste di rimborso per i danni subiti

Ancora disagi per i numerosi cittadini che da questa mattina si sono recati presso gli uffici postali.  File interminabili e terminali bloccati. Anche a Taranto si è presentata questa spiacevole situazione che riguarda, ormai da giorni, molti italiani. Si è trattata di una vera e propria odissea: molti cittadini si sono recati in più di un ufficio postale per vedersi presentare la stessa problematica. Bollette, cartelle esattoriali, multe in scadenza sono stati gli incubi di molti, i quali temevano e temono di dover incorrere in more di pagamento a causa del ritardo di estinzione del proprio debito. Un ritardo, di certo, non imputabile ai cittadini!
Su cinque sportelli, dislocati in diverse zone più o meno vicine della città di Taranto, solo uno risultava attivo.
Insomma, un vero e proprio disagio per donne, uomini e soprattutto anziani in attesa, per diverse ore, al fine di ricevere la famigerata pensione mensile! Codici ha chiesto a Poste Italiane la convocazione urgente di un tavolo di conciliazione che abbia il fine di trovare delle garanzie da offrire ai consumatori danneggiati e risolvere una situazione problematica che non è ancora stata chiaramente ed adeguatamente risolta. Infatti, al momento, i clienti di Poste Italiane,  oltre ad aver subito tutti i disagi creati dal disservizio, per poter avere il giusto rimborso dei danni subiti, si dovranno anche accollare l’onere di inviare una raccomandata A/R a Poste Italiane.
“Nonostante il blocco sia stato generato da un guasto tecnico al livello nazionale - conclude Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale Codici - ovviamente si dovranno percorrere tutte le strade per poter offrire ai consumatori il giusto risarcimento dei danni subiti. La situazione è indiscutibilmente  paradossale, per questo si ritiene di immediata necessità garantire una soluzione adeguata e automatica per tutti i cittadini interessati”.

Codici invita i cittadini a rivolgersi allo sportello territoriale situato in via Campania 63 per la richiesta di rimborso di danni subiti.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS