logo-rete.jpg

PALERMO: PEDONI TRAVOLTI SULLE STRISCE!

Continua la scia di sangue che sta travolgendo la nostra provincia. Ennesimo incidente verificatosi in piazza Sturzo dove un pedone stava attraversando la strada quando è stato investito da un’auto.

Gli agenti di una volante della polizia l’hanno trovato sull’asfalto, ferito, mentre stavano effettuando alcuni controlli nella zona. Sul posto anche il conducente del mezzo che lo ha investito: si era fermato ed aveva già chiamato i soccorsi.

Il pedone è stato trasportato dai sanitari del 118 in ospedale e ancora non si conoscono le sue condizioni.

Sul posto la polizia, il 118 e gli agenti dell’Infortunistica stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’impatto.

Una escalation senza fine quella che riguarda gli incidenti stradali in cui ad avere la peggio sono i pedoni.

Numerose le vittime di questi ultimi mesi:

  • Incidente in via l’Emiro, travolto quindicenne: in codice rosso a Villa Sofia
  • Palermo, grave una ragazza travolta da un’auto: è caccia al pirata della strada
  • Morto in ospedale il pedone travolto in via Crispi a Palermo
  • Strage di pedoni, anziana travolta e uccisa in via Oreto. Altri due morti in provincia

Non è ammissibile che questa situazione perduri” – dichiara il Responsabile Codici Palermo.

 

“Teniamo ad informare tutti i cittadini della città di Palermo che la nostra Associazione si attiverà per notificare al Comune il ripristino delle strisce pedonali poco visibili nonché spesso totalmente usurate e che la sua inadempienza, a modificare l’attuale situazione, comporterà un rischio di risarcimento dei danni subiti dai soggetti danneggiati ivi incluso il danno morale e le altre tipologie di danno personale.

 

Invitiamo chi è interessato a segnalare tramite la nostra Associazione sita in Palermo, via Resuttana 352/b, casi di sinistri dovuti al mancato intervento del Comune per il ripristino delle strisce pedonali.

Potete contattarci anche tramite email a: codici.sicilia@codici.org, tel. +39 091 77 90 024, fax. +39 178 275 7609, cell. +39 373 87 94 300.

Ultima modifica ilGiovedì, 26 Novembre 2015 09:24

Occorre essere registrati per poter commentare