5xmille (1).png

LE TRUFFE ALLE ASSICURAZIONI SONO LA PRINCIPALE CAUSA DI AUMENTO DEL COSTO DELLE POLIZZE. CODICI SI COSTITUIRA’ PARTE CIVILE

Enna: “L’associazione nazionale dei Consumatori CODICI – Centro per i Diritti del Cittadino si congratula con la Procura della Repubblica di Enna per l’importante operazione portata a termine grazie alla collaborazione della Guardia di Finanza di Nicosia che ha consentito di denunciare per i reati di truffa e falso in scrittura privata, 23 soggetti che, mediante la presentazione di documentazione non veritiera ad una nota società operante nel comparto assicurativo on-line, corrente in Milano, avrebbero, indebitamente, beneficiato di premi assicurativi incrementati falsamente per trarne indebito vantaggio, appositamente creati e calcolati mediante false certificazioni predisposte ad hoc.  L’associazione dei consumatori CODICI ha dato mandato ai propri legali di inviare un istanza di qualificazione di parte offesa e preannuncia che si costituirà parte civile nel procedimento penale che scaturirà dalla presente operazione. E’ indubbio infatti che gli effetti delle frodi alle assicurazioni hanno comportato in questi anni un aumento sostanziale dei costi delle polizze a danno dei consumatori. Non a caso la Sicilia è al terzo posto (7.207) dopo la Campania e la Puglia tra le regioni italiane dove viene commesso il maggior numero di frodi assicurative. Secondo l’Antitrust, le truffe commesse ai danni delle imprese assicuratrici e degli stessi automobilisti hanno contribuito ad aumentare i premi del 12 % su base annua. Lo affermano in una nota Ivano Giacomelli e Manfredi Zammataro, rispettivamente segretario nazionale e  regionale di CODICI.

Ultima modifica ilGiovedì, 26 Novembre 2015 08:08

Occorre essere registrati per poter commentare