5xmille (1).png

Annullata mega bolletta pazza di Enel Energia da 13.000 euro per somme prescritte e non dovute grazie a CODICI

Una mega-bolletta pazza di Enel Energia è stata annullata pochi giorni fa ad una imprenditrice in provincia di Catania. Abnorme era stata la richiesta che l’utente si era vista recapitare da parte di Enel Energia: una fattura da 13.000 euro di conguaglio su consumi presunti. Il gestore dell’energia pretendeva inoltre il pagamento immediato dell’importo minacciando in caso contrario che avrebbe sospeso la fornitura, con evidente danno all’attività commerciale dell’utente.

La professionista fortunatamente ha fiutato puzza di bruciato e intuendo che qualcosa non andava, si è rivolta all’associazione CODICI – Centro per i Diritti del Cittadino – che ha rilevato, dopo un’attenta lettura della documentazione, macroscopiche irregolarità effettuate da Enel Energia nel ricalcolo dei consumi: tra queste vi erano, richieste di somme già prescritte e fatturazioni non previste nel contratto.

Alla fine a vincere su tutta le linea è stata l’utente difesa dai legali del CODICI che hanno costretto Enel Energia non solo ad annullare la mega bolletta pazza da 13.000 euro ma addirittura il colosso dell’energia elettrica ha dovuto restituire all’utente circa 3.000 euro di somme che la stessa aveva versato negli anni in eccedenza.

‘Sono sempre più numerose le famiglie e le imprese che si rivolgono alla nostra associazione perchè  ricevono bollette incomprensibili e del tutto illegittime, sulle quali vengono addebitati consumi presunti (spesso prescritti) e sulle quali grava un forte carico fiscale – dichiara Manfredi Zammataro segretario regionale del CODICI – Dieci giorni fa la Camera  ha approvato la mozione che blocca i pagamenti di centinaia di maxi bollette con conguagli illegittimi, basati su consumi stimati, ma ora deve essere il Governo ad assumere iniziative che obblighino i venditori di energia a leggere i contatori almeno una volta all’anno.  In attesa che le Istituzioni si muovano per risolvere definitivamente quest’autentica vessazione contro i consumatori – conclude Zammataro- CODICI continuerà a tutelare gli utenti attraverso il proprio Sportello Energia contattabile al numero 320.2281052

Ultima modifica ilGiovedì, 26 Novembre 2015 08:06

Occorre essere registrati per poter commentare