logo-rete.jpg

CODICI esprime la sua solidarietà all’autista dell’Atac sospeso

L’ennesima decisione inaccettabile presa dai vertici di Atac

 

Roma, 30 luglio 2015 – Piena solidarietà da parte di CODICI all’autista Atac sospeso dall’azienda solo perché nei giorni scorsi aveva postato un video su Youtube nel quale denunciava le condizioni di lavoro in azienda

La decisione di Atac, inaccettabile e non condivisibile, è stata anche criticata dal neo-assessore ai trasporti di Roma Stefano Esposito il quale ha parlato di scelta che aumenta la conflittualità. 

“Chiediamo all’assessore Esposito di intervenire immediatamente sulla vicenda dell’autista sospeso e di prendere provvedimenti nei confronti dei vertici dell’azienda che hanno preso questa inaccettabile decisione” dichiara Ivano Giacomelli Segretario Nazionale CODICI.

Il ragazzo non ha commesso nessun reato quindi non si capisce cosa abbia spinto i vertici Atac a prendere una decisione di questo tipo.

A fronte di questo provvedimento adottato, l’ennesimo sbagliato, CODICI ribadisce la sua contrarietà a dialogare con un’azienda come Atac perché trova assurda la situazione in cui versa e le decisioni che è solita attuare. Inoltre CODICI non ha mai voluto firmare con l’azienda l’accordo farsa che prevedeva il controllo e il monitoraggio delle associazioni dei consumatori sui servizi Atac.

Il ragazzo non ha commesso nessun reato quindi non si capisce cosa abbia spinto i vertici Atac a prendere una decisione di questo tipo.

“Nel caso in cui l’autista non sarà reintegrato organizzeremo con le altre associazioni una manifestazione a suo sostegno” dichiara Luigi Gabriele Affari Istituzionali CODICI.

 

Occorre essere registrati per poter commentare