logo-rete.jpg

CODICI commenta la stretta sui tassisti abusivi alla stazione Termini

Dopo il sequestro di 38 taxi abusivi, CODICI ribadisce la necessità di un mercato libero tutelato

Roma, 3 agosto 2015 – Ben 38 auto sequestrate, alcune delle quali non possedevano neanche l’assicurazione ed erano guidate da persone senza patente. Nonostante la mancanza di licenza e in alcuni casi di patente, diversi conducenti si spacciavano per regolari, effettuando così corse in tutta la Capitale.

Ciò che viene fuori da questa operazione condotta dal commissariato Viminale è una situazione preoccupante.

“Ribadiamo la necessità di un mercato libero tutelato, affinché situazioni come questa, pericolose per i tanti romani e turisti che usufruiscono del servizio, non si verifichino più” commenta Ivano Giacomelli Segretario Nazionale CODICI. 

Occorre essere registrati per poter commentare