logo-rete.jpg

AGCOM e CODICI, schierati contro la riduzione a 28 giorni delle promozioni telefoniche

L'Agcom ha segnalato all'Antitrust per gli accertamenti di competenza, la nuova prassi dei maggiori operatori telefonici di ridurre a 28 giorni, anziché 30, la durata delle promozioni

Roma,31 luglio 2015 – Già la scorsa settimana CODICI aveva segnalato che Tim, Vodafone e Wind avevano adottato una prassi scorretta nei confronti dei loro utenti. Tale prassi riguarda la rimodulazione dei tempi delle promozioni telefoniche: la durata non è più di 30 giorni ma di 28. La conseguenza è un aumento annuo per gli utenti del 7% dei costi che tradotto in soldoni sono 15 € in più a utente. Con la scadenza ogni 28 giorni, infatti, gli utenti si trovano a pagare 13 mensilità anziché 12.

Anche l’Agcom è intervenuta sulla questione. Pur riconoscendo la libertà commerciale degli operatori, ha deciso di segnalare all’Antitrust, che effettuerà i controlli di sua competenza, la pratica adottata da Tim, Wind e Vodafone. 

“Siamo soddisfatti nel constatare l’interesse dell’Agcom nei confronti di questa pratica messa in atto dai maggiori operatori telefonici. E’ inconcepibile che gli utenti siano costretti a pagare una tredicesima rata, è una vera e propria beffa” dichiarano Ivano Giacomelli Segretario Nazionale e Luigi Gabriele Affari Istituzionali CODICI. 

Ricordiamo agli utenti che per legge è possibile però, nei casi di cambiamenti come questo, disdire gratuitamente la promozione. Inoltre, oltre a H3G, Tim, Vodafone e Wind, ci sono altri operato ridi telefonia mobile ai quali affidarsi. Tra questi, è possibile affidarsi a Coopvoce, Tiscali, Fastweb, PosteMobile, ERG Mobile, Auchan Mobile, Uno Mobile e Telepass Mobile.

A tal proposito sul sito dell’Autorità è possibile trovare, su sito  http://www.agcom.it/telefonia-mobile , il link per le pagine delle offerte di tutti gli operatori sul mercato.

 

Occorre essere registrati per poter commentare