logo-rete.jpg

Asili nido, manca tutto. Ma crescono i costi In evidenza

Marino aumenta le tariffe del 20% per il prossimo anno. Oggi però i genitori sono costretti a comprare la carta igienica e i guanti

 

Roma, 28 aprile 2015 – In alcune strutture comunali è già emergenza. Le educatrici degli asili nido di Roma Capitale hanno cominciato a chiedere ai genitori di portare guanti di lattice o materiale anallergico insieme a rotoli di carta igienica necessari per il cambio dei più piccoli.

“Mentre la giunta Marino, proprio in questi giorni, pubblica il nuovo bando di iscrizione per l’anno 2015/2016, maggiorando in media la tariffa del 20% rispetto all’anno precedente, i genitori continuano a dover contribuire con ogni genere di prodotto– affermano Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale CODICI, e Luigi Gabriele, Responsabile Affari Istituzionali dell’Associazione -. La situazione sta diventando critica perché se il personale dei nidi è arrivata al punto di fare tali richieste vuol dire che la sicurezza sanitaria dei piccoli è a rischio”.

“In qualità di responsabile dell’igiene dei cittadini romani – continuano – e dell’amministrazione che gestisce i nidi, il sindaco Marino dovrebbe prevedere evitare crisi di questo genere”.

“Ci auguriamo l’emergenza riscontrata in alcune strutture sia solo un’eccezione temporanea, per l’incolumità dei piccoli. Ad ogni modo ricordiamo al primo cittadino le sue responsabilità e ci riserviamo di presentare subito un esposto in Procura nel caso in cui alla scarsità di presidi igienici dovesse seguire la diffusione di malattie e infezioni”. 

Occorre essere registrati per poter commentare