logo-rete.jpg

Smaltimento rifiuti ospedalieri, il processo va avanti

 

CODICI ammessa parte civile dal tribunale di Palmi

 

Reggio Calabria, 4 maggio 2015 – E’ fissata al prossimo 26 novembre l’udienza del procedimento che vede imputata l’ex direttore sanitario dell’Ospedale S. Maria degli Ungheresi di Polistena.

La dirigente è accusata di aver violato le norme sul deposito e la miscelazione dei rifiuti prodotti dal nosocomio afferente alla Asl di Reggio Calabria.

Nella giornata di oggi, il tribunale di Palmi, in cui è incardinato il processo, ha ascoltato come teste il Commissario del Nuclei Investigativi Provinciali di Polizia Ambientale e Forestale (NIPAF), Rocco Lupini. Inoltre i giudici hanno ammesso come parte civile l’Associazione CODICI, CODICI Calabria e CODICI Ambiente.  

 

“Siamo soddisfatti che la nostra Associazione sia stata riconosciuta in questo processo – commentano Ivano Giacomelli Segretario Nazionale CODICI e Giuseppe Salamone, Segretario CODICI Calabria – lo smaltimento dei rifiuti ospedalieri è uno dei settori più delicati perché gli ospedali sono chiamati a investire tempo e risorse economiche oggi scarse. Il rischio che il deposito delle scorie avvenga con danno all’ambiente è altissimo e va condannato severamente”.  

Occorre essere registrati per poter commentare