logo-rete.jpg

 

L’Usura dimenticata

AIRP, ASBAC, ASSOCIAZIONE PROTESTATI D’ITALIA, CODICI, COFILE, FORUM DELLE ASSOCIAZIONI ANTIUSURA

Roma, 28 luglio 2015 – Le associazioni antiusura ed antiracket del Lazio AIRP, ASBAC, ASSOCIAZIONE PROTESTATI D’ITALIA, CODICI, COFILE, FORUM DELLE ASSOCIAZIONI ANTIUSURA, hanno promosso un flash mob per richiamare l’attenzione sul grave problema dell’usura e dell’estorsione nella Regione Lazio.

“L’usura dimenticata” questo il titolo dell’evento per denunciare la sempre crescente disattenzione verso questa piaga che cresce in maniera esponenziale .

Il flash mob organizzato dalle associazioni si terrà a Roma nella giornata del 28 luglio 2015, alle ore 11.00 in Piazza Oderico da Pordenone (fronte sede Regione Lazio).

Lo scopo della manifestazione è quello di riportare nell’agenda dei lavori della Giunta e del Consiglio Regionale il tema del contrasto all’usura e alla criminalità organizzata che si cela dietro questo fenomeno. 

Una crescita di oltre il 20% in più di richieste di aiuto da parte delle vittime dallo scorso anno, 500 casi di estorsione, tassi applicati dal 120% al 250%, 21.473 danni alla proprietà privata, 409 incendi dolosi legati all’usura.

Dati allarmanti e drammatici che dimostrano come questo problema sia quanto mai vivo e pervasivo nella nostra società. Un fenomeno che si estende sempre più dalle fasce produttive alle stesse famiglie in un periodo di grave crisi economica.

Situazione che le associazioni promotrici dell’evento vogliono portare all’attenzione degli organi politici affinché la Regione Lazio riattivi quegli strumenti che già in passato avevano dato ottimi risultati e garantivano una presenza capillare sul territorio di realtà associative antiusura ed antiracket. 

Associazioni ed istituzioni debbono sottoscrivere un nuovo patto di alleanza  per creare quella sinergia necessaria per una efficace azione di contrasto al fenomeno dell’usura e del racket. 

Durante la manifestazione, verrà consegnata una lettera di richieste al Presidente Zingaretti nella quale verrà sollecitato un suo intervento il più immediato possibile.

 

Occorre essere registrati per poter commentare