logo-rete.jpg

 

Estate 2011: Aumenti per i servizi balneari

Osservatorio Prezzi Codici: quanto spenderanno quest’anno gli italiani per andare al mare?


L’estate è ormai alle porte, alcuni italiani sono già in ferie, molti altri partiranno prossimamente per le vacanze estive. L’Osservatorio Prezzi di Codici ha avviato un’indagine chiedendosi  quanto spenderanno quest’anno i cittadini per andare al mare.Attraverso il monitoraggio di diversi siti internet ed un’ orientativa ricerca sul campo emerge come, purtroppo, per l’estate 2011 sembra registrarsi un aumento che va dal 2 al 6% per i servizi balneari.Per gli abbonamenti giornalieri, infatti, si è calcolato un prezzo che oscilla tra i 20 e i 23 euro. Ad esempio, una giornata al mare sulle spiagge di Ostia, per una famiglia di 4 persone, verrà a costare in media 84 euro, esattamente il 2,4% in più rispetto al 2010. Si registra un aumento dell’ombrellone del 3,4%, del lettino del 0,7%, della sdraio del 2% e dell’ingresso (dove previsto) del 4,3%.Per gli abbonamenti mensili il costo si aggira tra i 545 e i 650 euro, con un aumento percentuale che può arrivare fino al 5% rispetto al 2010. Per gli stagionali, invece, i prezzi variano dagli 850 ai 1.260 euro, con un aumento percentuale, anche qui, che può arrivare anche al 5%.Ovviamente per i consumatori che vogliono risparmiare ci sono opportunità interessanti, basta saper scegliere il litorale giusto. Per quanto riguarda il Lazio, ad esempio, basterà optare per Fiumicino, dove l’ingresso è libero e il lettino, l’ombrellone e la sdraio costano 5 euro ognuno. Emblematico anche il caso della Liguria, dove a Portofino un ingresso singolo giornaliero può costare dai 5 ai 9 euro, il costo di un ombrellone e due sdraio varia trai 25 ei 50 euro, mentre per una cabina, con ombrellone e due sdraio si possono arrivare a spendere, al mese, ben 950 euro. I prezzi più bassi si trovano, invece, a Varazze, nel savonese: da 22 a 30 euro per due persone con un ombrellone e due sdraio, da 170 a 345 euro al mese per una cabina con ombrellone e due sdraio.Nelle Marche si registrano prezzi decisamente inferiori alle medie nazionali, sia per i singoli servizi che per gli abbonamenti. Un abbonamento mensile varia dai 180 ai 350 euro, un abbonamento stagionale dai 420 ai 700 euro. Un ombrellone può costare dai 5 agli 8 euro, stessi prezzi per un lettino, mentre il costo di una sdraio va dai 3 ai 7 euro e il prezzo di una cabina varia dai 7 ai 13 euro al giorno.In Toscana invece si registrano prezzi piuttosto alti: per affittare un ombrellone e due sdraio in uno stabilimento balneare in Versilia si pagano dai 900 ai 1900 euro a stagione (se si aggiunge una cabina si arriva fino a 2.900 euro a stagione).Anche in Sardegna si possono toccare picchi elevati, come quello di 2.500 euro per la stagione al D’Aquila. Sul resto del lungo arenile, che si estende fra i comuni di Cagliari e Quartu Sant’Elena, invece, il costo per tutta la stagione varia da 514 euro (per l’ombrellone più un pezzo) a 700 euro (per ombrellone più due pezzi).

Leggi tutto...

Matrimoni in calo: tra le cause i prezzi alle stelle per l'organizzazione della cerimonia e del ricevimento

Diminuiscono i matrimoni nel nostro paese. Un dato che, secondo l’associazione Codici,  porta, da un lato,  ad una ampia e profonda riflessione di stampo culturale sulle motivazioni intrinseche a tale cambiamento, dall’altro, come associazione di tutela dei consumatori, leggiamo il fenomeno in relazione ai dati relativi alla povertà delle famiglie e ai costi eccessivi che una coppia  dovrebbe sostenere per l’organizzazione della  festa nuziale.


L’osservatorio Codici ha condotto un’indagine, prendendo in considerazione le varie spese “nuziali” : dalle partecipazioni, alle bomboniere, al ricevimento, agli addobbi floreali ecc ecc.
Anzitutto, partiamo dal presupposto che l’organizzazione di un matrimonio e le scelte di consumo dipendono soprattutto dalle possibilità economiche della coppia, tuttavia per avere una idea dei costi effettivi, Codici ha preso in considerazione una spesa minima e una massima.

Andiamo nel dettaglio

Abito sposa:  da 1500 a 7500 euro;  velo sposa:  da 300 a 500 euro;  scarpe sposa da 100 a 325 euro; abito sposo da 1250 a 3000 euro; fedi nuziali da 100 a 750; acconciatura e trucco della sposa da 100 a 350;  partecipazioni e inviti: da 250 a 500 euro; noleggio automobile: da 400 a 1000 euro; bomboniere: da 500 a 3000 euro; addobbo floreale della chiesa: da 500 a 1500 euro;
addobbo floreale del ricevimento:  da 750 a 1750 euro; bouquet della sposa da 50 a 150; ristorante da 5000 a 10000 euro (a seconda del numero degli invitati)  o servizio catering per location: da 5000 a 10000; stampa menù e segnaposto da 100 a 250; torta nuziale da 150 a 400; servizio foto da 1000 a 2000; ripresa video da 500 a 1500; viaggio di nozze da 1500 a 5000

La spesa  media minima che una coppia dovrebbe sostenere per convolare  a nozze è  di 14.050 euro; la massima è di 37.675 euro  e oltre, a seconda delle scelte e delle disponibilità.
Concludendo una normale coppia con uno stipendio base di 1.200 euro avrebbe difficoltà anche a sostenere la spesa minima. Quello  dei prezzi non sarà  una delle motivazioni più profonde del fenomeno relativo il calo dei  matrimoni, ma  di sicuro incide in parte sulle scelte di  molte coppie.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS