logo-rete.jpg

Assicurazioni, poca chiarezza sull’obbligatorietà al momento della stipula del mutuo. Con il protocollo Codici-Assofin più informazioni ai consumatori e meno irregolarità

contratto2

Codici invita i consumatori a segnalare all’Associazione le eventuali irregolarità riscontrate

La trasparenza deve essere il principio che ispira qualsiasi transazione commerciale ed è proprio la giusta erogazione delle informazioni a garantire che tale trasparenza venga soddisfatta. Ma non sempre, purtroppo, il consumatore si trova in una simile situazione, lamentando una importante mancanza di chiarezza nelle informazioni chieste agli operatori. Proprio per questo è nato il protocollo Codici-Assofin, volto ad accrescere le tutele dei cittadini soprattutto nell’ambito di prodotti e servizi offerti dalle banche e dagli intermediari finanziari.

Sono emersi, infatti, numerosi casi in cui le banche, al momento della stipula di un mutuo o di un finanziamento, presentano come obbligatorie assicurazioni che in realtà sono facoltative. Ma per legge l’unico dovere è la garanzia contro incendio e scoppio! Tutte le altre, quindi sono del tutto opzionali.

Il protocollo firmato da Codici, insieme ad altre associazioni consumatori, si pone proprio il fine di promuovere le buone pratiche nell'offerta ai consumatori di coperture assicurative facoltative ramo vita o miste accessorie ai finanziamenti. Un elemento importante di novità è l’impegno dei 60 giorni per far recedere il consumatore, un importante impegno del mercato, ma che comunque non toglie l’importante obbligo delle banche di una corretta informazione al consumatore.

Codici ricorda a tutti i consumatori ai quali vengono presentate assicurazioni obbligatorie, che non sono quelle contro incendio e scoppio, di segnalare l’accaduto all’Associazione, da oggi impegnata ancora più concretamente nel rispetto della trasparenza delle informazioni nell’erogazione di mutui e finanziamenti.

Leggi tutto...

Assicurazioni e banche: più garanzie per il consumatore. Codici firma protocollo con Assofin e invita i cittadini a segnalare eventuali problematiche

contratto
Sull’obbligo di sottoscrivere le assicurazioni al momento del mutuo, segnalati al Codici casi di comportamenti scorretti

Recentemente l’Associazione ha ricevuto lamentele da parte dei cittadini rispetto alla mancata informazione, o la scorrettezza di essa, nelle banche nel momento della stipulazione di un mutuo. In pratica, lamentano i consumatori, alcuni operatori di banca, presenterebbero come obbligatorie assicurazioni che in realtà sono facoltative. Ma per legge, si ricordi, l’unico dovere è la garanzia contro incendio e scoppio. Tutte le altre, quindi sono del tutto opzionali. Ecco alcuni esempi delle testimonianze pervenute in Associazione:

  • Mario dice di aver aperto un mutuo di 25 anni in una banca e di essere stato “obbligato” a fare presso di loro sia a fare la polizza vita che l’assicurazione scoppio.
  • Alcuni, invece, ricevono informazioni parziali: Giuseppe racconta di aver notato nel contratto alcune clausole obbligatorie, praticamente delle polizze assicurative, da accettare automaticamente con la stipula del mutuo. Alla richiesta di spiegazioni, l’operatore si è dimostrato vago sulla questione, lasciando il cliente pieno di dubbi.
  • Alessia racconta che lo stesso direttore di banca ha dichiarato che la sottoscrizione delle polizze vita e lavoro era condizione indispensabile per accedere al mutuo.

“Queste le problematiche che ci sono state lamentate da alcuni consumatori e che ci hanno motivato a siglare un protocollo d’intesa con Assofin per garantire maggiori tutele ai consumatori in merito alla giusta quantità di informazioni erogate – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici – Abbiamo notato delle criticità in alcuni prodotti collegati ai prestiti e ai mutui, che sono risolvibili attraverso una corretta e completa informazione al consumatore. Siamo lieti di aver intrapreso tale percorso comune, che si costituirà anche in un impegno concreto nel rendere le note informative più semplici e comprensibili per tutti i consumatori”.

Proprio recentemente si è tenuto l'incontro presso l’IVASS con le Associazioni dei consumatori, tra cui Codici, al quale hanno partecipato anche l'ABI, ASSOFIN e ANIA per discutere delle problematiche riguardanti mutui e finanziamenti. Il confronto ha in effetti confermato la necessità di un intervento da parte dell'IVASS per tutelare i consumatori anche attraverso una giusta e corretta informazione.


L’Associazione, quindi, ricorda ai cittadini che l’unica polizza obbligatoria al momento del mutuo è quella contro incendio e scoppio, tutte le altre sono facoltative. Codici invita i cittadini che avessero riscontrato comportamenti scorretti simili a quelli sopra elencati a segnalarli alla Segreteria Nazionale del Codici, E-mail: segreteria_nazionale@codici.org.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS