logo-rete.jpg

 

Class action Trenord, Codici: pubblichiamo l’elenco degli aderenti. Controlla se ci sei!

stazione2

I cittadini possono ancora aderire per ottenere i risarcimenti!

Disagi Trenord: Codici pubblica l’elenco delle persone aderenti alla class action. Per visionare l’elenco è possibile cliccare qui.
“Ricordiamo a tutti i cittadini che hanno aderito all’azione collettiva di controllare la lista e di verificare la presenza e l’esattezza del proprio nominativo. Per qualsiasi dubbio o perplessità è possibile contattare l’Associazione – commenta Davide Zanon, Segretario Regionale Codici Lombardia - Ricordiamo anche che è ancora possibile aderire per ottenere il risarcimento dei danni conseguiti dai disagi del dicembre 2012”.

I pendolari hanno tempo fino al 20 ottobre 2014 per aderire all’azione di risarcimento danni. In particolare, possono aderire tutti i possessori di abbonamento settimanale- mensile o annuale per le tratte ferroviarie coperte da Trenord Srl nel periodo tra il 9 e il 17 dicembre 2012 possono aderire alla class action proposta da Codici Onlus – Centro per i diritti del Cittadino.

Tutti i cittadini che vogliono ottenere i giusti risarcimenti possono aderire all’azione di classe: per sottoscrivere il mandato di adesione basta collegarsi al sito di Codici, www.codici.org ed andare nella sezione “class action”. Oppure si può accedere direttamente al mandato cliccando qui.

Per informazioni è possibile contattare lo Sportello Codici Lombardia,Via Bezzecca 3 Milano; Tel 02-36503438 Fax 02-92878437;Mail: [email protected]

Leggi tutto...

Olbia,TNT Post Srl: cartelle esattoriali senza timbro con data di consegna

Codici: vizio grave, invitiamo i cittadini a contestare le cartelle ricevute. Annunciamo un esposto alla procura e l’avvio di una class action


Numerosi cittadini di Olbia hanno segnalato agli sportelli del Codici una gravissima irregolarità nella consegna delle cartelle esattoriali. Essa avviene, infatti da parte della Tnt Post srl, un soggetto non abilitato, e soprattutto senza che venga apposto il timbro con la data di consegna.

“Il fatto è grave per due motivi - commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici -  Il primo, la notifica della cartella esattoriale deve essere effettuata da un soggetto abilitato, in genere dall’Ufficiale Giudiziario o Messo comunale o tramite il servizio postale, in busta chiusa spedita per raccomandata a/r  pena la nullità della notifica. Se la notifica, infatti, come in questo caso, non è compiuta da soggetti abilitati non produce effetti nei confronti dei contribuenti, in pratica è come se la cartella, non fosse mai stata notificata”.

“In secondo luogo – prosegue il Segretario Nazionale – la mancata apposizione della data di consegna tramite timbro rappresenta un grave vizio. Al cittadino, questo porta delle conseguenze da non sottovalutare: la cartella esattoriale risulta notificata molto tempo prima, quindi l’obbligo di provvedere al pagamento o la scadenza dei termini per proporre ricorso sono anticipati”.

Il Codici invita pertanto i cittadini di Olbia a contestare le cartelle così ricevute ed affette da nullità, annuncia un esposto alla Procura e l’avvio di una class action.

Leggi tutto...

Lazio, disagi poste: dall’assessorato ai consumatori della Regione il sostegno per intraprendere azioni collettive

Codici: pronti ad avviare una class action.

 

I servizi di Poste sono ritornati alla normalità. Dopo il periodo nero, dopo giorni di disagi, di stop e di disservizi l’operatività agli sportelli è tornata ad essere infatti quella canonica.
“I disservizi subiti dai cittadini non potevano e non possono però essere abbuonati - commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici – tant’è che è stato subito avviato un tavolo di confronto con Poste che purtroppo non ha dato l’esito sperato”.
“Non ce la siamo infatti sentiti di firmare il protocollo di conciliazione presentato dal Gruppo – prosegue Giacomelli – perché, nonostante le nostre aspettative, alcune delle richieste di garanzia avanzate per i consumatori non sono state accolte. In quel contesto, avevamo proposto maggiore tutela soprattutto per le fasce più deboli, ciò non è stato garantito”.
Anche la Regione Lazio si muove al fianco degli utenti, in particolare l’Assessorato ai Consumatori, affermando di appoggiare le iniziative in favore dei consumatori portate avanti dalle Associazioni, come le azioni collettive.
“Accogliamo positivamente le dichiarazioni dell’Assessore Buontempo – prosegue il Segretario Nazionale – dopo aver rifiutato di firmare l’accordo con Poste, ci siamo subito mossi richiedendo ai cittadini di scriverci e di segnalare ai nostri uffici i disagi subiti nei giorni di black out. Rinnoviamo agli utenti l’invito, cogliendo l’iniziativa dell’Assessorato regionale, siamo pronti per avviare una class action”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS