logo-rete.jpg

Codici al Prefetto Pecoraro: Roma sicura? 1 tentato omicidio ogni 3 giorni non è affatto indice di sicurezza!

pecoraro

Codici chiede un incontro al Prefetto per discutere della problematica

Secondo il Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, Roma è una città sicura e vivace. Un posto dove passeggiare in sicurezza. Ma non la pensa in questo modo chi ieri a Termini è rimasto vittima dei reati per cui sono state arrestate 8 persone e denunciate altre 3. Nella giornata di ieri, infatti, un giovane egiziano ha aggredito un 24enne romano rapinandolo dello smartphone, tentando di aggredire anche i militari. Una coppia di cittadini romeni ha derubato un turista di 5 mila euro, oltre che del cellulare. Sono state arrestate anche due nomadi con precedenti penali, sorprese a rubare. Altri tre giovani sono stati arrestati, sempre per furto. Insomma, non proprio il massimo della sicurezza.
“Sono i dati che si commentano da soli e che descrivono una città nella quale la criminalità è molto ben radicata – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici – Basti pensare che oggi a Roma si registrano una media di 3 atti estorsivi quotidiani; una denuncia per usura ogni due giorni; due omicidi al mese; un tentato omicidio ogni 3 giorni. Insomma, la piaga della criminalità colpisce inesorabilmente la Capitale, inutile dire il contrario”.
Proprio recentemente l’Osservatorio Codici aveva monitorato la situazione prendendo in considerazione le più recenti operazioni delle Forze dell’Ordine: il quadro emerso sottolinea come la criminalità organizzata, in particolare la Camorra, si stia progressivamente prendendo i territori del Centro Storico, mentre nel litorale, storicamente zona strategica per affari criminosi, permane il livello rilevante di attività dei gruppi criminali. Poi, più in basso nella “classifica della criminalità” ci sono i quartieri della periferia est, come Tor Bella Monica, San Basilio, Tor Vergata, Casilina, Prenestina. Storicamente interessati ad episodi criminali, hanno un ruolo importante nella mappa criminalità. Si pensi a San Basilio, tristemente famosa per il traffico di droga che rende il quartiere paragonabile a quello di Scampia.
Il ruolo delle Istituzioni nel contrasto alla criminalità è fin troppo scostante, sono necessarie misure più drastiche, oltre ad una maggiore quantità di risorse da spendere sul territorio. Da tempo Codici si batte per un maggiore sostegno alla rete di associazioni sul territorio, quale trade Union tra vittime e istituzioni, oltre che per la promozione di luoghi istituzionali di reale coinvolgimento tra società civile e istituzioni impegnate nel contrasto alla criminalità.
Oggi l’Associazione si rende disponibile ad un dialogo costruttivo con l’amministrazione e chiede un incontro al Prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, per rappresentare le preoccupazioni di Codici sullo stato di controllo della malavita del territorio.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS