logo-rete.jpg

 

Bonus bebè, scadenza per il rinnovo Isee 2019

L’Inps gestisce le domande di assegno di natalità (cd. bonus bebè) e provvede al pagamento delle singole mensilità in favore dei soggetti aventi diritto.

Per poter richiedere l’assegno deve essere presentata, preliminarmente, la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) che ricomprenda nel nucleo familiare (quadro A) anche i dati del figlio nato, adottato o in affidamento preadottivo per il quale si richiede il beneficio.

Le DSU hanno validità dalla data di presentazione fino al successivo 31 dicembre. Pertanto, sebbene la domanda di assegno si presenti di regola una sola volta, solitamente nell’anno di nascita o di adozione del figlio, è necessario che il beneficiario dell’assegno rinnovi la DSU, ai fini della verifica dell’ ISEE, per ciascun anno di spettanza del beneficio.

Per gli utenti che non abbiano ancora presentato la DSU per l’anno in corso, l’Istituto ricorda che è necessario provvedere a tale adempimento entro il 31 dicembre 2019, come indicato nel messaggio 13 novembre 2019 n. 4144.

La mancata presentazione della DSU entro questo termine e il conseguente mancato possesso di un ISEE in corso di validità comportano, infatti, la perdita delle mensilità di competenza del 2019 e la decadenza della domanda di assegno inizialmente presentata. Nel messaggio sono contenuti tutti i dettagli sulla eventuale decadenza dal beneficio.

Occorre essere registrati per poter commentare