Civitavecchia, acqua: il Conviri accoglie la diffida sulla gestione del servizio

Codici e Mdc: sancita finalmente l’illegittimità e l’illegalità del comportamento del sindaco Moscherini.

 

Già da tempo Codici e Mdc si stavano occupando della grave vicenda del Comune di Civitavecchia, che ha avviato un’azione di privatizzazione del servizio idrico, ledendo di fatto i diritti dei cittadini su un bene primario come quello dell’acqua. Invece di consegnare le reti e gli impianti al Gestore del SII, infatti, il Comune ha costituito una società dove far confluire tali reti ed impianti, ponendosi così fuori dal sistema del SII previsto dalla legge Galli e  la legge Regionale del Lazio.
Arriva il 27 giugno la risposta del Conviri, la Commissione Nazionale per la Vigilanza sulle Risorse Idriche, che dichiara illegittimo l’affidamento della gestione del servizio idrico integrato alla società Holding Civitavecchia Servizi H.C.S S.r.l, partecipata interamente dal Comune stesso.
“Inaccettabile – dichiarano Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici e Massimiliano Astarita, Presidente MDC Civitavecchia -  il comportamento del sindaco Moscherini, che si è reso colpevole di una condotta di palese illegalità nei confronti dei cittadini”.
Codici e Mdc si dichiarano soddisfatti, oltre a confermare la palese illegalità con la quale ha agito il Sindaco di Civitavecchia, il Conviri ha, infatti, evidenziato all’AATO 2 l’obbligo di  porre in essere ogni provvedimento finalizzato al ripristino della legalità.  Qualora l’AATO non dovesse rispondere a tale istanza, si invita la Regione Lazio ad applicare il provvedimento di  commissariamento.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS