Tiburtina, cantiere aperto ai cittadini

Nei cantieri della stazione le norme di sicurezza non sono rispettate e i controlli sono quasi del tutto assenti.

Dopo l’incendio alla stazione Tiburtina è polemica sui ritardi dei treni, per i voli persi dai cittadini e per le coincidenze saltate. Diversi hanno dovuto rinunciare alla vacanza. Molte polemiche fanno riferimento anche alla scarsa sicurezza nei cantieri della stazione e alla facilità con cui chiunque facilmente poteva accedervi. Le foto scattate il 18 luglio scorso, da un associato Codici, dimostrano la facilità con cui i cittadini potevano transitare all’interno del cantiere.


“Si circolava tranquillamente, il cantiere non era custodito ed i cittadini camminavano tra i lavori in corso – così commenta il cittadino che ha inviato le fotografie a Codici – il percorso non era assolutamente sicuro, inoltre chiunque poteva manomettere indisturbato gli impianti”. “Non dobbiamo aspettare che accadano disastri come quello della scorsa notte per riflettere sulla sicurezza dei nostri cantieri – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici – e quanto segnalato dal nostro associato la dice lunga sul grado di sicurezza e sul livello dei controlli a Tiburtina, praticamente quasi del tutto assenti.

Secondo la testimonianza, infatti, nessuno ha bloccato il cittadino all’interno del cantiere che ha transitato tranquillamente ed indisturbato fermandosi addirittura per scattare le foto”.
Si faccia chiarezza su chi deve vigilare, vietando l’ingresso ai non addetti ai lavori. La possibilità di entrare e transitare nel cantiere rappresenta  un pericolo  Su questo è necessario intervenire.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS