logo-rete.jpg

 

Palermo, alga tossica nel litorale

Codici Sicilia invita i cittadini a seguire le precauzioni.
In questi ultimi giorni l'area di costa palermitana che va da Trappeto, Isola delle Femmine, Capaci fino ad arrivare al litorale dell'Arenella è stato invaso dall'”alga tossica”: così definita dalle autorità competenti e quindi è scattato il divieto di balneazione. E' un'emergenza e sono momenti difficili per i bagnanti di queste zone. I sintomi dell'alga tossica sono molto simili alle reazioni allergiche e si manifestano quando c'è un forte vento proveniente dal mare verso terra e le onde favoriscono il distacco della microalga. Le sue tossine vengono poi inalate attraverso l'aereosol marino di chi sosta sul litorale. Tra i sintomi più diffusi ci sono: febbre, senso di vomito, arrossamenti alla gola, congiuntivite e dermatiti. Sono più di cinquanta le persone intossicate dall'alga e che si sono recate nei vari ospedali del capoluogo per controlli. L'alga sta mettendo in subbuglio Palermo e pensare che la stagione estiva è appena iniziata. La situazione provoca panico tra i cittadini, i quali cercano di sapere di più e attendono con ansia che la situazione si risolvi il più presto possibile. La dott.ssa biologa Adriana Catalano, nella qualità di Responsabile Dipartimento Regione Sicilia CODICI Tutela Ambientale e Sicurezza Alimentare dichiara: “ Innanzitutto è opportuno fare riferimento agli organi di controllo e ai dati che essi rilasciano”. Continua la dott.ssa Catalano :”Inoltre il cittadino deve avere un occhio attento ai divieti di balneazione affissi agli ingressi al mare e soprattutto deve rispettarli”. CODICI SICILIA invita i cittadini a seguire tali consigli e auspica una risoluzione immediata del problema.

Occorre essere registrati per poter commentare